Storia

Come sancisce l'articolo 11 della Legge n° 225 del 24 febbraio 1992, le Organizzazioni di Volontariato costituisconono strutture operative del Servizio Nazionale di Protezione Civile, parte integrante del sistema pubblico alla stregua delle altre componenti istituzionali: Corpo dei Vigili del Fuoco, Forze Armate, Polizia, Corpo Forestale dello Stato, Servizi Tecnici Nazionali, Croce Rossa Italiana, Servizio Sanitario Nazionale, Corpo nazionale del Soccoro Alpino.

Le Associazioni libere Psicologi per i Popoli si propongono di testimoniare, in Italia e all'estero, con  le azioni e gli strumenti propri della psicologia e delle scienze sociali, la solidarietà nei confronti di singoli, gruppi o popolazioni in grave stato di bisogno per calamità, guerre, sottosviluppo, migrazione, negazione dei diritti umani, indipendentemente dalla lingua, dalla religione, dall'etnia, dalla cultura e dal sesso.

Mission

L’organizzazione intende perseguire finalità umanitarie di solidarietà in integrazione con Associazioni, Enti, Istituzioni; tali finalità sono perseguite attraverso l’azione in situazioni di emergenza e post emergenza conseguenti a calamità, disastri, incidenti naturali o provocati dall’uomo, eventi bellici e terroristici, ponendo speciale attenzione alle problematiche di carattere psicologico.

 

 

Le attività previste per la realizzazione di tali finalità sono:
• costituzione e formazione di gruppi per la psicologia dell’emergenza;
• interventi di emergenza per le popolazioni e i gruppi;
• interventi di appoggio psicologico ai soccorritori dell’emergenza;
• informazione;
• realizzazione di specifici progetti e programmi a termine;
• iniziative di formazione per volontari, soccorritori dell’emergenza e per i cittadini;
• selezione, formazione e impiego di volontari.

Vision

L’essere coinvolti in eventi emergenziali comporta una rottura rispetto alla vita quotidiana del singolo e della comunità e l’inizio di una fase critica nella quale sembra non esserci più significato. Tali situazioni possono essere una minaccia, oggettiva o percepita, che spaventa le persone e le fa sentire insicure e in balia dell’imprevedibile.

 

Intervenire precocemente, fornendo supporto psicologico, permette di gestire e contenere le reazioni emotive e prevenire l’insorgenza di disturbi.

 

Essere presenti, favorire il passaggio di informazioni e di comunicazioni, riconnettere le persone ed entrare in relazione, rappresentano le fondamentali direttive di un intervento psicologico in contesti di emergenza che sia efficace e che non si focalizzi né solo sul singolo né sulle reazioni patologiche, ma sulle potenzialità e sul benessere delle comunità.

 

La ripresa può trovare una forza rigenerativa nella resilienza già presente nei sistemi umani soccorsi e nella possibilità di essere guidati verso nuove possibilità entro i limiti del contesti emergenziale, per favorire la co-costruzione di un nuovo e positivo equilibrio.

Statuto

Scarica lo Statuto della nostra Associazione

Psicologi per i Popoli Milano - Via Grosotto 5, 20149, Milano, Italy - CF. 97489170155 - tel. 345.8499120

Scroll Up